OUT NOW!


Envisaging L'Aquila
edited by Alessandro Coppola

WALK ON THE WILD SIDE –– QUALE CULTURA PER I PROCESSI E LE POLITICHE TERRITORIALI?

Trento, 17 maggio 2013, ore 15.00 – 18.00

Barycentro e professionaldreamers  organizzano l’incontro Walk on the Wild Side – Quale cultura per i processi e le politiche territoriali?

NOTA: causa di un imprevisto che renderà la Sala degli Affreschi della Biblioteca Comunale di Via Roma non agibile, siamo stati costretti a spostare l’evento presso il vicino Dipartimento di Lettere e Filosofia in Via Tommaso Gar, 14 – Aula 001.

*

con Andrea Bocco (Politecnico di Torino), Paolo Dalla Sega (Università Cattolica di Milano) e Fabrizio Panozzo (Libera Università di Bolzano)

introduce e coordina Francesco Gabbi (IUAV Venezia)

interviene Massimo Milanaccio

alla discussione aperta sono invitate Lucia Maestri e Violetta Plotegher

*

Cultura è sempre stata una parola chiave nella storia italiana che in questi ultimi anni è diventata centrale anche nell’agenda delle politiche pubbliche.

Nel corso degli ultimi decenni infatti la circolazione di idee e di autori che parlano del ruolo positivo della cultura nelle strategie per affrontare i problemi urbani ha portato all’emergere di una narrativa sempre più standardizzata circa lo sviluppo urbano, dove concetti come cultura e creatività sono visti come un infallibile motore di riqualificazione. Il risultato è quello di rappresentare la cultura e la creatività come una panacea per ogni tipo di problematica urbana, una soluzione capace di superare ogni preesistente struttura e in grado di produrre una società più inclusiva e democratica.

La città di Trento sembra aderire a questa idea di sviluppo attraverso la cultura, prova ne sono le grandi opere di riqualificazione urbana come il MUSE o le nuove sedi universitarie, l’organizzazione di grandi eventi scientifico culturali quali il Trento Film Festival e il Festival dell’Economia e in generale la riorganizzazione e la creazione di nuovi centri di ricerca di eccellenza.

Oltre a queste operazioni di ampia portata, sono sorte parallelamente altre iniziative su scala locale che hanno coinvolto quartieri e angoli della città di Trento. Un caso emblematico è in questo senso il quartiere di San Martino, che negli ultimi anni è stato investito da una serie di iniziative, pubbliche come private, che tentano di valorizzarne l’aspetto culturale. L’apertura di studi per giovani grafici e architetti, di luoghi per concerti dal vivo ed attività letterarie, di una libreria di seconda mano e altre attività cosiddette “creative” contribuiscono a creare un contesto particolarmente vivo che si esplicita e trova espressione nella riuscita festa, giunta alla quinta edizione nel 2013, denominata “Il fiume che non c’è”, che riesce a coniugare il carattere popolare del quartiere con un’offerta culturale – musicale di alto livello.

San Martino e il processo che annualmente dà vita ed accompagna l’organizzazione de “Il fiume che non c’è” si configurano come un interessante e riuscito caso di utilizzo dello strumento culturale per una riqualificazione sociale del territorio urbano.

*

Nel corso della mezza giornata di Venerdì 17 Maggio si cercherà, attraverso l’intervento di studiosi che si sono interessati di cultura e politiche territoriali, di capire meglio il fenomeno e delineare alcune indicazioni che riescano a guidare l’intervento culturale, pubblico come privato, sui territori.

*

L’evento è organizzato da

Barycentro – Piazza Venezia, 38 Trento – 0461-262802/340-8890793 – barycentro@delfino.coop
Barycentro è un caffè sociale e culturale e, insieme, un «laboratorio di riflessione sociale permanente», che mira a coinvolgere realtà associative e privati cittadini in dinamiche di progettazione partecipata, ispirate ai valori della condivisione e dell’intercultura.

Professionaldreamers APS – Viale delle Robinie, 6  – 38123 TRENTO – info@professionaldreamers.net
professionaldreamers è un’associazione culturale che promuove la produzione di saggi e ricerche sul rapporto tra spazio e società nell’ambito delle scienze sociali, in particolare degli studi urbani e territoriali.

*

Nell’ambito dell’iniziativa:

Comments are closed.