OUT NOW!


Envisaging L'Aquila
edited by Alessandro Coppola

professionaldreamers contro il #rogodilibri

Contro la censura di libriANTEFATTO. Dieci giorni fa l’assessore alla cultura della provincia di Venezia Raffaele Speranzon ha proposto di escludere dalle biblioteche veneziane i libri di alcuni autori che nel 2004 firmarono la petizione per la liberazione di Cesare Battisti. Successivamente, come riporta Stefano Tassinari, “l’assessore regionale all’Istruzione, Elena Donazzan, ha esteso l’idea anche alle scuole superiori venete (della serie: nessun insegnante deve parlare in classe delle opere letterarie dei firmatari, né adottarle, né inserirle negli scaffali delle biblioteche…)”. A questi fatti, già gravissimi, si aggiunge la denuncia da parte di una bibliotecaria del comune di Preganziol di aver ricevuto pressioni da parte dell’amministrazione comunale per togliere dagli scaffali della biblioteca le opere di Roberto Saviano, in seguito alle puntate del programma “Vieni Via con Me” dove lo scrittore aveva parlato delle ‘interlocuzioni’ tra ‘ndrangheta e Lega Nord. Dopo che la notizia è stata ripresa dal TG3, gli amministratori del comune di Preganziol si sono difesi scaricando le colpe proprio sulla bibliotecaria, che ha rimandato le accuse al mittente in modo inequivocabile.

La casa editrice e associazione culturale professionaldreamers si oppone con forza all’aberrante iniziativa degli esponenti politici veneti che viola il principio costituzionale della libertà di espressione e il diritto all’istruzione, all’informazione, alla cultura e che rimanda a metodi tipici dei regimi fascisti e totalitari. In nessun modo l’adesione di scrittori, intellettuali, cittadini ad appelli o petizioni può escludere le loro opere dalla pubblica fruizione. In nessun modo degli esponenti politici possono arrogarsi il diritto di decidere quali testi diffondere e quali sopprimere, tanto più quando il riferimento ad episodi di cronaca appare non solo pretestuoso e strumentale, ma – come testimonia lo scrittore Massimo Carlotto – si rivela del tutto ipocrita.
Professionaldreamers
vuole esprimere inoltre la propria solidarietà alla bibliotecaria di Preganziol e a quanti (tra i molti l’AIB, Scrittori contro il #rogodilibri, Wu-Ming Lipperatura, la società civile, gli innumerevoli bloggers e gruppi di lettura) hanno preso posizione e si sono mobilitati contro questo grave precedente che chiama in causa chiunque abbia a cuore il vivere civile e la libertà di espressione.

Per chi voglia seguire i continui aggiornamenti sulle vicende del rogo di libri segnaliamo (e ringraziamo) Lipperatura, Carmillaonline, WuMingFoundation, LibrisuLibri, e naturalmente l’hashtag #rogodilibri su twitter.

Last but not least, invitiamo a partecipare alla manifestazione che si terrà oggi, 27 gennaio, alle 17 di fronte alla biblioteca di Preganziol, durante la quale sono previsti gli interventi dei Wu Ming, di Serge Quadruppani, Stefano Tassinari, Simona Vinci, Lello Voce, insieme ad alcuni inviati di El Pais e Le Monde Diplomatique.

Comments are closed.