OUT NOW!


Envisaging L'Aquila
edited by Alessandro Coppola

Alessandro Carboni – Overlapping Discrete Boundaries

Nell’epoca delle città diffuse, dell’iper-produzione delle immagini e dei new-media appare necessario un ragionamento sul concetto di tempo, una riflessione sull’idea di memoria che si configura sempre più chiaramente come il difficile spazio entro cui costruire emozioni e verificare nessi e ipotesi sulle differenti strategie relazionali.

Questi fattori confluiscono in una dimensione, quella dell’archivio progressivo, che sempre più sposta la sua dimensione fisica verso quella di un flusso temporale frammentato in più luoghi, così come molti tempi e molti luoghi costituiscono ormai le nostre vite multi-dimensionali composte sì di luoghi fisici ma sempre più proiettate verso spazi virtuali in continua ri-definizione. La geografia dei corpi necessita di una nuova mappatura che sia dunque consapevole e ricettiva rispetto a questi continui cambiamenti che alimentano la nostra vita. Dalle periferie rurali, ai paesaggi urbani, alle megalopoli Alessandro Carboni esplora la realtà indagando queste problematiche, ridisegnando le suggestioni di nuovi confini e dei nuovi modi di relazionarsi allo spazio.

Overlapping Discrete Boundaries racconta così una geografia emozionale: una mappatura dei luoghi di cui si fa esperienza, una geografia che coinvolge la sensibilità ma che agisce attraverso i tempi di una ricerca condotta con cura. Le esplorazioni urbane di Alessandro Carboni confluiscono in un archivio progressivo di scritti, immagini, site-specific performance, materiali audio, video, e tracciati, che diventeranno la base per la  costruzione di lavori interdisciplinari tra installazione e performance, video e workshop.

Recentemente Alessandro Carboni ha esplorato alcune città Asiatiche: Foshan, Shenzhen, Macau, Seoul,Tokyo, Hong Kong, Singapore, Kuala Lumpur, Taipei, Taichung, Bangkok, Ho Chi Minh City, Hanoi.

Overlapping Discrete Boundaries è realizzato nell’ambito del progetto  “Focus on Art and Science in the Performing Arts” con il sostegno del Programma Cultura della Commissione Europea.

.

Alessandro Carboni è un artista che si muove tra arti espresive (danza, arti visuali) e ricerca (architettura, planning, geografia urbana, teoria dei sistemi) investigando le trasformazioni cognitive, biologiche e tecnologiche del corpo in relazione alla città contemporanea. I suoi lavori recenti in particolare si concentrano sul rapporto tra movimento del corpo e costruito urbano. Partecipa al ‘LaDU: Multimedia Laboratory of Urban Density’ all’Università di architettura di Cagliari e insegna Metodologia e pratica della performance presso un Master in Deisng performativo al Central Saint Martins a Londra, e Performance digitale presso il Master di Design digitale d’ambiente della NABA di Milano. Collabora inoltre con la Scuola di architettura di Hong Kong.

.

Prossimi appuntamenti:

19 Aprile -11 Maggio
Residenza creativa
Teatro Era, Pontedera
nell’ambito di Focus: Art&Science

14 Maggio
Il corpo urbano
Corpi, confini e nuovi media nei territori urbani
Conferenza/incontro – Festival Fabbrica Europa, Firenze

20-21 Maggio – 
Performance – Lau Nay
Festival Fabbrica Europa – Teatro Studio, Scandicci

22 Maggio – Live Set audio video
Festival Fabbrica Europa – Stazione Leopolda, Firenze

.

Informazioni:
www.alessandrocarboni.org
www.overlappingdiscretecityboundaries.com

Comments are closed.