OUT NOW!


Envisaging L'Aquila
edited by Alessandro Coppola

Cinque lezioni sull’attualità di Michel Foucault

@Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale, Università di Trento

12 novembre 2014 – Alberto Brodesco, Foucault nella teoria dei media e del cinema

http://webmagazine.unitn.it/evento/sociologia/2599/dispositivi-foucault-nella-teoria-dei-media-e-nella-teoria-del-cinema

.

19 novembre 2014 – Max Guareschi, Catture reciproche. Il Foucault di Deleuze

http://webmagazine.unitn.it/evento/sociologia/2702/catture-reciproche-il-foucault-di-deleuze

.

26 novembre 2014 – Fernanda Alfieri, La storia della sessualità

http://webmagazine.unitn.it/evento/sociologia/2790/la-storia-della-sessualit

.

27 novembre 2014 – Valerio Marchetti, Biopolitica e biostoria

http://webmagazine.unitn.it/evento/sociologia/2794/biopolitica-e-biostoria

.

4 dicembre 2014 – Cristina Mattiucci, Eterotopie e altri spazi foucaultiani

Mondi Multipli — presentazione volumi

lunedì 20 ottobre h.16-18, Aula magna della Scuola di Scienze Umanistiche, via Balbi 2, Genova: presentazione dei due volumi Mondi Multipli, frutto del lavoro dell’omonimo gruppo di ricerca dell’università di Genova

Continue reading Mondi Multipli — presentazione volumi

INTERNATIONAL SUMMER SCHOOL IN URBAN ETHNOGRAPHY 2014

2nd edition – Visualizing the City
DEPARTMENT OF SOCIOLOGY – UNIVERSITY OF TRENTO, ITALY
9-13 September 2014

Apply until July 15, 2014

Inaugurazione Museo Wunderkammer Trento – Collezione di immaginari urbani

Venerdì 23 maggio alle 17.30 presso lo Spazio Archeologico al Sass di Trento

L’opening prevede un momento di presentazione del progetto con l’intervento di Franco Nicolis, Elena Tonezzer, Alessandra Benacchio e Andrea Mubi Brighenti, che rifletteranno sul concetto di collezione e sulla stratigrafia della storia e della città.

L’iniziativa è coordinata con il progetto 4 incontri + 4 workshop sulle pratiche artistiche contemporanee in relazione alla sfera pubblica, co-organizzato con professionaldreamers

2°appuntamento Wunderkammer Trento. Collezione di immaginari urbani

incontro  pubblico sulle pratiche artistiche contemporanee, in relazione alla sfera pubblica

Stefano Boccalini in dialogo con Christian Marazzi

17  maggio 2014 @ Le Gallerie Piedicastello, Piazza Piedicastello, Trento

programma e concept dell’incontro e del workshop seguente  (17/18maggio)

Continue reading 2°appuntamento Wunderkammer Trento. Collezione di immaginari urbani

Le nuove piazze – aprile-giugno 2014 – Genova

Continue reading Le nuove piazze – aprile-giugno 2014 – Genova

Nascita del giardino pubblico in Europa: il contributo della città di Trento

Conferenza pubblica

Sala Falconetto, Palazzo Geremia, via Belenzani 19 – Trento
30 aprile, ore 18.00
nell’ambito dell’iniziativa “Fiori, vie, palazzi”, 30 aprile – 3 maggio 2014 – via Belenzani

Gli spazi verdi nella costruzione della forma urbis e della città pubblica
arch. Cristina Mattiucci
(Ricercatrice presso l’Università degli studi di Trento e l’Ecole d’Architecture dei Paris La Villette in pianificazione e paesaggio, già presso la Soprintendenza ai beni architettonici di Napoli)

Parchi e Giardini pubblici storici in Trentino: un patrimonio da conoscere e valorizzare
arch. Francesca Bertamini
(Libera professista, autrice di ricerche e pubblicazioni sui giardini storici del Trentino, anche per la Soprintendenza ai beni architettonici della PAT)

Il giardino di piazza Dante ed il giardino Garbari: a Trento, due casi a confronto
arch. Giovanna Ulrici
(Funzionario presso l’Ufficio parchi e giardini del Comune per il quale si è occupata di progetti e di interventi di restauro e recupero del patrimonio verde storico comunale)

Urbanization and Informality: The case of Rio’s favelas 1968-present – A seminar by Janice Perlman

introduce Giovanni Attili
mercoledì 7 maggio ore 11.00
AULA DEL CHIOSTRO – FACOLTA’ DI INGEGNERIA – Via Eudossiana 18, 00186 Roma

Continue reading Urbanization and Informality: The case of Rio’s favelas 1968-present – A seminar by Janice Perlman

Wunderkammer Trento. Collezione di immaginari urbani

4 incontri + 4 workshop

sulle pratiche artistiche contemporanee, in relazione alla sfera pubblica

Lontano da dove

@ Le Gallerie Piedicastello, Piazza Piedicastello, Trento

12 – 13 aprile + 17 – 18 maggio + 20 – 21 settembre + 18 – 19 ottobre 2014

Percorso a quattro tappe, ciascuna coordinata da uno degli artisti invitati, che fa della relazione tra arte e sfera pubblica il campo della sua indagine, e porterà sia la sua esperienza metodologica che lo sguardo particolare con cui interpreta le pratiche culturali, sociali e politiche emergenti nello spazio pubblico.

Le conferenze aperte al pubblico sono a cura di professionaldreamers (con progetto selezionato per  contributo della Fondazione Caritro – bando per progetti di valorizzazione della memoria delle comunità 2014)

I workshop sono organizzati da Tiringhouse (info&modalità di partecipazione 3297117991)

Calendario & Organizzazione Continue reading Wunderkammer Trento. Collezione di immaginari urbani

APERITIVO – INCONTRO “VICINO MA FUORI”

Martedì 18 febbraio 2014 ore 19.00 presso la Bookique – Caffè Letterario Predara

Via Torre d’ Augusto, 29, quartiere San Martino, Trento

VICINO MA FUORI – IL QUARTIERE DI SAN MARTINO A TRENTO

(a cura di Francesco Gabbi, professionaldreamers edizioni, 2014).

Il quartiere di San Martino a Trento, collocato immediatamente a nord del centro storico della città, rappresenta da sempre un interessante laboratorio socio-urbanistico. La sua storia inizia intorno al 1500, con i primi interventi di edificazione all’esterno delle mura settentrionali, in quel piccolo lembo di terra schiacciato tra l’onda dell’antico corso del fiume Adige e le prime pendici della collina.

Nel corso della storia il quartiere di San Martino perde il contatto con il fiume e vive stagioni alterne, sempre all’interno di una dimensione ibrida tra propaggine del centro storico e quartiere popolare. Recentemente poi il quartiere è stato investito da una serie di iniziative, pubbliche e private, che hanno tentato di valorizzarne la storia ed il carattere particolare.

«Vicino ma fuori» racconta le trasformazioni di San Martino attraverso cinque contributi dal diverso taglio disciplinare, che permettono di intuire la complessità di un quartiere costantemente alla ricerca di una propria collocazione. Il libro raccoglie interventi e riflessioni di Alessandro Franceschini, Luca Bertoldi, Francesco Gabbi, Alberto Brodesco, Giusi Campisi e Bruno Zanon.

Martedì 18 febbraio 2014 dalle ore 19.00 gli autori presentano e discutono del libro. Durante la presentazione è previsto un aperitivo accompagnato da suggestioni cinematografiche a cura di Alberto Brodesco, per raccontare, comprendere e (re-)immaginare il quartiere noto e amato da tutti i cittadini.

STRUMENTI PER ATTIVARE IL TERRITORIO

Segnaliamo un interessante ciclo di seminari organizzato dall’Associazione Ipazia di Milano:

venerdì 14 febbraio LA COPROGETTAZIONE: uno strumento per attivare il territorio?
venerdì 28 febbraio L’EVENTO: uno strumento per attivare il territorio?

Per informazioni: sebastiano.citroni@unimib.it

http://www.associazioneipazia.org/

Pratiche del film di famiglia: dal Super8 a YouTube

Giornata di studi e serata di proiezioni, a cura di Alberto Brodesco
mercoledì 5 febbraio 2014 – Le Gallerie, Piedicastello, Trento

Programma

Tra Noi – mostra fotografica

Tra Noi è una mostra fotografica di Stefano Rubini con testi di Luca Pianesi. Il progetto presenta : “Otto persone ed otto storie. Ogni storia è diversa dall’altra, così come diversa e unica è la storia di ciascuno di noi. Tuttavia nelle storie degli altri possiamo scorgere in parte anche la nostra, i volti e le parole sono quasi gli stessi. Guardando gli altri guardiamo noi stessi, come in uno specchio.”

Inaugurazione venerdì 31 gennaio ore 17.00 – Torre Mirana, via Belenzani 3, Trento
La mostra sarà visitabile dal 31 gennaio al 14 febbraio 2014

Continue reading Tra Noi – mostra fotografica

Presentazione di “Frontier, The Line of Style”

Giovedì 13 febbraio alle ore 18:00 si terrà la presentazione ufficiale del libro FRONTIER The Line of Style presso la Sala Conferenze del MAMbo a Bologna.

CORPI DI REATO. Un’archeologia visiva dei fenomeni mafiosi nell’Italia contemporanea

Sabato 25 gennaio | ore 17.30 | Gallerie di Piedicastello, Trento

inaugurazione mostra

CORPI DI REATO. Un’archeologia visiva dei fenomeni mafiosi nell’Italia contemporanea
di Tommaso Bonaventura e Alessandro Imbriaco, progetto a cura di Fabio Severo.

Continue reading CORPI DI REATO. Un’archeologia visiva dei fenomeni mafiosi nell’Italia contemporanea

Presentazione del volume “Vicino ma fuori”

Mercoledì 18 dicembre alle ore 18.30 la biblioteca della Fondazione Museo storico del Trentino

Modera il dibattito Francesco Minora (Fondazione Euricse)
Saranno presenti Francesco GabbiBruno Zanon.

http://fondazione.museostorico.it/index.php/Il-Museo/Appuntamenti/2013/Presentazione-del-volume-Vicino-ma-fuori

Disponibile in OpenAccess il volume “Hotel House” di Adriano Cancellieri

New Media, città & politica — giornata di studio

Territoires en débat : « La montagne comme jardin urbain » ? seminario internazionale di ricerca

22 novembre 2013 presso l’Ecole Nationale Supérieure d’Architecture de Paris-la Villette

A cent’anni dalla morte: l’attualità del pensiero di Scipio Sighele

NAGO – FORTE SUPERIORE – 21 SETTEMBRE – 27 OTTOBRE 2013

.

Nato nel 1868 da Gualtiero Sighele e da Angelica Pedrotti, Sighele fu un intellettuale di statura nazionale ed europea per i suoi studi su un’ampia gamma di fenomeni sociali, oltre che per la sua attività di conferenziere e pubblicista.

Dai delitti delle folle alla condizione femminile, dagli studi letterari alla lotta irredentista, non c’è campo intellettuale in cui Sighele non si sia espresso ad altissimo livello. Docente universitario in Italia e a Bruxelles, fu anche avvocato di parte civile nel famoso processo Murri, che all’epoca destò grande scalpore a livello nazionale per le relazioni tra politica e delitto passionale.

Nel 1912, a seguito della sua attività irredentistica nel territorio trentino, venne colpito da un provvedimento di sfratto dai territori austroungarici. Oltre a costringerlo ad abbandonare i luoghi e la casa di Nago a lui cari, l’evento minò la sua salute e lo portò alla morte nell’ottobre dell’anno seguente.

.

Dal 21 settembre al 27 ottobre
Scipio Sighele a Nago – Mostra fotografica a cura del Gruppo Culturale Nago-Torbole
Orario: lunedì 15-18 – da martedì a venerdì 15.00-22.00 – sabato e domenica 17.00-22.00
Inaugurazione della mostra 21 setembre – ore 18.30

Venerdì 4 ottobre – ore 20.30
Criminalità: forme, percezioni e rappresentazioni
Presentazione del numero 41 della rivista Altrestorie, a cura della Fondazione Museo Storico del Trentino. Interventi di Andrea Mubi Brighenti (Università degli studi di Trento – Dip. Sociologia e ricerca sociale), Rodolfo Taiani e Mirco Saltori (Fond. Museo Storico Trentino) e Paolo Domenico Malvinni

Sabato 5 ottobre – ore 20.30 – replica: giovedì 17 ottobre – ore 20.30
Esercizio di libertà, la storia di Lia – Spettacolo teatrale per Sighele femminista
In scena, Sabrina Simonetto
Testo e regia, Paolo Domenico Malvinni

7 – 11 ottobre – ore 8.30-12.30
Scipio Sighele e la scuola primaria – Visite guidate alla mostra, con le classi della scuola primaria di Nago

Giovedì 10 ottobre 2013 – ore 9.30-17.00 – Via Verdi, 26 – Trento
Università Studi di Trento, Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale
Scipio Sighele e le scienze sociali contemporanee. Giornata di studio
Intervengono Damiano Palano, Enzo Rutigliano, Maria Rosa Ravelli, Andrea Mubi Brighenti

Venerdì 11 ottobre – ore 20.30
Processo Murri 1902 – 1905. Il “ delitto di Bologna”: un caso italiano
Intervento di Federica Fanizza

Sabato 19 ottobre – ore 11.00-17.00
Scipio Sighele, per un ritratto intellettuale
Relazioni di Mariasole Ariot (Sighele e la psicologia della suggestione), Christian Arnoldi (Sighele e gli studi della devianza), Andrea Mubi Brighenti (Sighele e la sociologia), Fabrizio Rasera (Sighele e l’irredentismo).
Laboratorio con gli studenti del corso di Teoria Sociale – Corso di Studi internazionali, Università di Trento

Venerdì 25 ottobre – ore 20.30
Il truffatore e il brigante: narrare la devianza tra mimetismo e ribellione
Intervento di Gloria Canestrini

Seminario di ricerca CittàPaesaggioMontagna

13 giugno 2013 – Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale – Sala riunioni III piano – via Verdi, 26 – Trento

(clicca sull’immagine per scaricare la locandina)

* * *

L’incontro vedrà la discussione di alcuni temi che aspirano ad inserire i termini paratattici “città-paesaggio-montagna” in un più ampio dibattito interdisciplinare, che possa ritrovare nel confronto tra le varie ricerche che saranno presentate qualche interpretazione inedita.

* * *

PROGRAMMA

9.30 – 10.00 Saluti

10.00 – 10.30 La montagna come giardino urbano

Cristina Mattiucci (Università degli Studi di Trento – AMP Paris)

10.30 – 11.00 Nuovi abitanti, nuovi territori, nuovi paesaggi. La val Maira

Giacomo Pettenati (Politecnico di Torino – Ass. Dislivelli)

11.00 – 11.30 L’alta montagna di Trento. Pratiche d’uso e immaginari

Claudio Ambrosi (SAT Trento)

11.30 – 12.00 Dibattito

14.00 – 14.30 Più città nella montagna

Fulvio Adobati (Università degli Studi di Bergamo)

14.30 – 15.00 Sobborghi Alpini

Andrea Mubi Brighenti (Università degli Studi di Trento)

15.00 – 15.30 Progettisti di confine

Vittorio Curzel (STEP Trento)

15.30  – 16.00 Dibattito

13 giugno 2013 SALA RIUNIONI

Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale – Via Verdi, 26 – III piano

info&contatti: cristina.mattiucci@ing.unitn.it

Si chiude il Laboratorio di Etnografia Urbana 2013

28 maggio 2013, h.14.30-17.30, Dipartimento di Sociologia, Via verdi 26, Trento – Aula 8

Cristina Oddone, dell’Università di Genova, racconterà l’esperienza di un gruppo di lavoro del Dipartimento di Scienze della Formazione che nel 2011 ha condotto un laboratorio video nel carcere di Marassi, da cui è derivato anche un documentario, Loro Dentro (2012), diretto dalla stessa Cristina. Che cosa avviene veramente in carcere? Come si articola la vita quotidiana all’interno di un’istituzione penale cronicamente sovraffollata? In che modo il carcere agisce sui ragazzi italiani e stranieri, tossicodipendenti e non, che vi sono richiusi, le cui vite ne saranno per sempre segnate? Questi saranno alcuni degli interrogativi che affronteremo nell’incontro.

Vedi anche | Laboratorio di Sociologia Visuale, Università di Genova

Trailer | http://youtu.be/XBcvY18d7go

International Summer School in Urban Ethnography

Trento, 3-7 September 2013

The Summer School in Urban Ethnography @ UNITN aims to provide participants with an inside view on the practice of urban ethnography. Its key focus is understanding the city through ethnographic approaches at large. As the majority of the world’s population now lives in cities (according to United Nations Habitat Agency’s data), and as the complexity of urban space and urban life increases, it becomes all the more urgent to develop new regards and gain new insights on the urban process.

Urban ethnography has a long tradition, which basically coincide with the birth of American sociology. Yet, far from being a set of stabilized protocols, the ethnographic study of the city has undergone a number of major sea changes. Urban ethnography has a lively tradition of inner debate, controversies, and sometimes also heated exchanges. This is because working in urban settings raises a number of issues that are simultaneously epistemological, political and ethical. Consequently, creating forums where adepts, students, cadets and scholars may familiarize themselves with the status of the discipline and absorb the tools and tricks of the trades directly from long-time practitioners is essential.

The Summer School is devoted to create a rich, informal space of learning and exchange. The School will explore in-depth a range of topics that at the heart of current debates, including:

– The study of urban public spaces, community spaces, and private spaces and their changing balance;

– Urban interaction; spatial articulations, regimes, boundaries and mobilities in the city;

– Global urban trends and transformations: gentrification, neighborhood up-scaling, symbolic and cultural economy, iconic architecture, segregation, suburbanization and beyond;

– The uses of new media technologies and urban informational infrastructures;

– The politics and economy of urban events.

Teaching method will be based mainly on interactive formats, such as workshops, data sessions, ‘ethnographer’s kitchen’ sessions. One major inaugural lecture is also scheduled. Presentation of case studies and on-going research will occupy a large share of the allotted time. An important role will be played by the assistants-tutors, fresh PhDs who will help consolidating the group, facilitating discussion and animating debates. Reading materials and other relevant data for exchange will be circulated well in advance among participants, ensuring that they arrive at the meeting with a strong shared focus.

The first edition of the Summer School in Urban Ethnography @ UNITN draws on the expertise of the Department of Sociology in the study of urban sociology, urban culture and territorial analysis, as developed for instance at the Urban Ethnography Laboratory, which has already organized various series of seminars on both classic ethnography and current research.

The Summer School is also crucially supported by the ethnography journal Etnografia e Ricerca Qualitativa, published by il Mulino (Bologna). The journal acts as a referent for high-quality ethnographic studies in Italy and promotes ethnographic research at large, publishing in English, French and Italian. In 2012, the journal Etnografia e Ricerca Qualitativa has organized a conference in Bergamo which has been attended by over 250 participants from all over Europe. The 2012 Bergamo conference has consolidated a community of young ethnographers either enrolled in PhD courses or fresh PhDs, which also represent the major pool and target population for the Trento Summer School. The School will seek to become one of the hubs for advanced training and reflection on urban ethnography, mirroring the growing interest into ethnographic research methods that has appeared in Italy over the last few years. The School’s strategy will be to meet the request for higher education in ethnography that has appeared in the European academic market.

Participants will be selected on the basis of their C.V., Statement of Interest in the Program, and abstract of their Resesarch Project. The Call will be spread widely across world key academic institutions (email lists, websites, blogs, and social media).

*

Keynote speakers

Jack Katz (University of California Los Angeles) Methods for Mortals: A Sociological Grounding for Sociological Methodology

Jeff Ferrell (Texas Christian University), Drifting with Urban Ethnography

Mattias Kärrholm (Lund University), Territorial Production at Urban Squares

Marco Cremaschi (University of Rome 3), Talking neighbourhoods: planners in the bush of narratives.

Federico Rahola (University of Genova), Urban Battlegrounds

*

Organizing Committee

Giolo Fele giolo.fele@unitn.it

Chiara Bassetti chiara.bassetti@unitn.it

Andrea Mubi Brighenti andrea.brighenti@unitn.it

Domenico Perrotta domenico.perrotta@unibg.it

*
How to Apply

The School is for 20 participants. The fee for participation is 375 €, inclusive of tuition, cofee breaks, lunches, and accommodation; travel costs are not included. To apply please send your Statement of Interest, your C.V., and a 500-word abstract of your Research Project (addressing the following key points: empirical context, focus, methods, research questions, advancement, name of the supervisor) to urbanethnography@unitn.it. Applications are open until July 15th, 2013. Acceptance will be notified within July 21st. Final registration and payment within July 31st 2013.

+ info | http://www.unitn.it/sociologia/evento/29505/international-summer-school-in-urban-ethnography

WALK ON THE WILD SIDE –– QUALE CULTURA PER I PROCESSI E LE POLITICHE TERRITORIALI?

Trento, 17 maggio 2013, ore 15.00 – 18.00

Barycentro e professionaldreamers  organizzano l’incontro Walk on the Wild Side – Quale cultura per i processi e le politiche territoriali?

NOTA: causa di un imprevisto che renderà la Sala degli Affreschi della Biblioteca Comunale di Via Roma non agibile, siamo stati costretti a spostare l’evento presso il vicino Dipartimento di Lettere e Filosofia in Via Tommaso Gar, 14 – Aula 001.

*

con Andrea Bocco (Politecnico di Torino), Paolo Dalla Sega (Università Cattolica di Milano) e Fabrizio Panozzo (Libera Università di Bolzano)

introduce e coordina Francesco Gabbi (IUAV Venezia)

interviene Massimo Milanaccio

alla discussione aperta sono invitate Lucia Maestri e Violetta Plotegher

*

Cultura è sempre stata una parola chiave nella storia italiana che in questi ultimi anni è diventata centrale anche nell’agenda delle politiche pubbliche.

Nel corso degli ultimi decenni infatti la circolazione di idee e di autori che parlano del ruolo positivo della cultura nelle strategie per affrontare i problemi urbani ha portato all’emergere di una narrativa sempre più standardizzata circa lo sviluppo urbano, dove concetti come cultura e creatività sono visti come un infallibile motore di riqualificazione. Il risultato è quello di rappresentare la cultura e la creatività come una panacea per ogni tipo di problematica urbana, una soluzione capace di superare ogni preesistente struttura e in grado di produrre una società più inclusiva e democratica.

La città di Trento sembra aderire a questa idea di sviluppo attraverso la cultura, prova ne sono le grandi opere di riqualificazione urbana come il MUSE o le nuove sedi universitarie, l’organizzazione di grandi eventi scientifico culturali quali il Trento Film Festival e il Festival dell’Economia e in generale la riorganizzazione e la creazione di nuovi centri di ricerca di eccellenza.

Oltre a queste operazioni di ampia portata, sono sorte parallelamente altre iniziative su scala locale che hanno coinvolto quartieri e angoli della città di Trento. Un caso emblematico è in questo senso il quartiere di San Martino, che negli ultimi anni è stato investito da una serie di iniziative, pubbliche come private, che tentano di valorizzarne l’aspetto culturale. L’apertura di studi per giovani grafici e architetti, di luoghi per concerti dal vivo ed attività letterarie, di una libreria di seconda mano e altre attività cosiddette “creative” contribuiscono a creare un contesto particolarmente vivo che si esplicita e trova espressione nella riuscita festa, giunta alla quinta edizione nel 2013, denominata “Il fiume che non c’è”, che riesce a coniugare il carattere popolare del quartiere con un’offerta culturale – musicale di alto livello.

San Martino e il processo che annualmente dà vita ed accompagna l’organizzazione de “Il fiume che non c’è” si configurano come un interessante e riuscito caso di utilizzo dello strumento culturale per una riqualificazione sociale del territorio urbano.

*

Nel corso della mezza giornata di Venerdì 17 Maggio si cercherà, attraverso l’intervento di studiosi che si sono interessati di cultura e politiche territoriali, di capire meglio il fenomeno e delineare alcune indicazioni che riescano a guidare l’intervento culturale, pubblico come privato, sui territori.

*

L’evento è organizzato da

Barycentro – Piazza Venezia, 38 Trento – 0461-262802/340-8890793 – barycentro@delfino.coop
Barycentro è un caffè sociale e culturale e, insieme, un «laboratorio di riflessione sociale permanente», che mira a coinvolgere realtà associative e privati cittadini in dinamiche di progettazione partecipata, ispirate ai valori della condivisione e dell’intercultura.

Professionaldreamers APS – Viale delle Robinie, 6  – 38123 TRENTO – info@professionaldreamers.net
professionaldreamers è un’associazione culturale che promuove la produzione di saggi e ricerche sul rapporto tra spazio e società nell’ambito delle scienze sociali, in particolare degli studi urbani e territoriali.

*

Nell’ambito dell’iniziativa:

Inzia il Laboratorio di Etnografia Urbana

(Opera di Dado per frontier BO)

Inizia domani 7 maggio 2013 h.14.30 presso il Dipartimento di Sociologia di Trento il ciclo Laboratorio di Etnografia Urbana 2013.
Ospite lo storico writer bolognese Dado.

Il punto di partenza per Dado è stato la dedizione al writing inteso sia come disciplina artistica, sia come poetica della strada. Come disciplina artistica, la sua formazione si basa sullo studio del disegno della scrittura che va dalla speculazione geometrica alle performance più intuitive. Il disegno della sua scrittura è riconoscibile per lo stile personale che utilizza, labirintici solidi geometrici e fasci sinuosi sospesi ed intrecciati tra loro, le cui proporzioni sono basate su quelle auree ed armoniche. Come poetica della strada, Dado si serve di molteplici arti per tradurre valori e linguaggi della cultura della strada … A metà degli anni ‘90, dopo avere avuto la grande opportunità di lavorare insieme allo storico writer americano Phase II, Dado intuisce che il fine della disciplina è l’incessante ricerca dello stile. Così, ha inizio la sperimentazione di diversi stili fino a trovare soluzioni nuove e interessanti per scomporre, destrutturare e ricreare le forme della scrittura e delle lettere. La sua pratica lo porta a essere riconosciuto dal gruppo dei writers e a essere apprezzato da un pubblico sempre più vasto. [dalla bio dell’artista]

Qui il programma completo della serie